mercoledì 20 gennaio 2016

Eheh.. Ne ho fatto un altro! ^_^

Dopo il primo quiet book che vi ho mostrato nel post precedente.. Non ho resistito e ne ho fatto un altro! :D

Più semplice perché per un bambino più piccolo e a tema animali del mare!


E infatti la copertina e' tutta blu! In questo caso non ho fatto le pagine super cicciose, ma un po' più sottili e morbide.. Come le preferisco? Boh. Credo dipenda dalla tipologia di librone e l'età del bambino.


Nella prima pagina c'è una barca che scorre tirando il filo!


Poi si trova una medusina tutta da toccare!


E poi uno squalo con i dentoni..


Che mangia un bel pesciolino! :D


Nella pagina successiva una balena..


Che spruzza acqua tirando la cordina!


E a fianco ho messo un bel polpo morbido e con i tentacoli arricciati!


A questo punto mancava solo un bel granchione arancione e morbidoso!


E a fianco un pesce dentro l'anemone!


Che ogni tanto esce a farsi un giretto! :)


E per finire nell'ultima pagina due pesci che scorrono sui fili tra le alghe! ^_^


Anche questo mi è piaciuto molto farlo, chissà magari mi metto a farne un altro! :D

domenica 27 dicembre 2015

Il mio primo quiet book

Vanno tanto di moda, se ne sente parlare in ogni dove e così alla fine ho ceduto e ho provato a fare un quiet book!

Come primo passo ovviamente ho creato una bacheca pinterest in cui salvare tutto ciò che mi piaceva e da cui ho preso spunto o in alcuni casi riprodotto pari pari; la trovate qui con tutti i riferimenti agli autori: 

https://www.pinterest.com/amabito/quiet-book/

Come secondo passaggio ho deciso il tema: mezzi di trasporto.

Poi ho deciso cosa realizzare in ogni pagina e come avrei cucito le pagine alla copertina così da riuscire a capire la corretta sequenza delle pagine nella realizzazione.

Per questa prima prova volevo un effetto super-ciccioso e che ogni pagina stesse ben ferma così ho inserito in ogni pagina e anche nella copertina della gommapiuma spessa 1 cm.



Ed eccolo chiuso a lavoro completato!
Per tenerlo chiuso ho cucito un bottone davanti alla copertina e un anello di elastico sul retro.


Per la prima pagina ho usato dei nastri come se fossero strade e ho realizzato delle macchinine imbottite con ruote di bottone che si muovono avanti e indietro sulla strada.


La seconda pagina ha una gru fatta in modo molto stilizzato con un nastro e un sulla terza un muletto rosso in feltro e tessuto; entrambi hanno un bello sfondo collinoso fatto con quella che era una vecchia sciarpa super soffice.


In queste pagine il peso attaccato alla gru si solleva e il muletto alza il suo carico.


Nelle due pagine successive c'è un escavatore arancione imbottito con ruote di bottone e un camion in feltro carico di terra.


In queste pagine il braccio dell'escavatore si muove e il retro del camion si ruota per poter scaricare la terra!


Poi ho realizzato il camion dei pompieri e la città in fiamme. La pagina del camion dei pompieri e' quella di cui sono meno soddisfatta. Il camion e' in feltro e ed troppo sottile per muoversi bene.


In queste pagine c'è una taschina sul camion da cui esce la pompa dell'acqua gialla neon, sotto alla porta del grattacielo c'è il fuoco e anche dal tetto della casa esce un fiammone.


L'ultima pagina ci porta direttamente nello spazio con stelle e pianeti!


E da una taschina esce un razzo spaziale!


Sono contenta di esserci riuscita nonostante le mie poche capacità di cucito e nonostante le difficoltà di attaccare le pagine alla copertina.
Alla fine il risultato mi piace e ne sto già facendo un altro più semplice e con un altro tema per un bambino più piccolo. :)
Il vero problema è il tempo.. Ci metto una vita a realizzare le pagine, queste hanno una media di un'ora l'una..
Che ne pensate? A voi piace questa moda dei quiet book?

giovedì 3 dicembre 2015

Il tempo dell'handmade

A volte anche io dimentico cosa voglia dire realizzare gli oggetti a mano, ma ogni volta che tento di realizzare qualcosa di nuovo, di diverso da quello che ho già imparato a fare, ogni volta che mi viene un'idea che voglio provare il numero di prove, tentativi, arrabbiature perché le cose non vengono come voglio io e subito come voglio io mi riporta alla realtà.


E così ho voluto provare a realizzare una perla in vetro soffiato mezza viola e mezza bianca..
E così ho impiegato tutto il giorno di prove e tentativi per realizzare una unica perla bicolore!


Come sapete ogni colore di vetro ha la sua durezza specifica per cui, partendo dalla base viola che è abbastanza morbida, ho pensato pensato di abbinarci il bianco che è molto molto morbido.
Il problema è che il bianco durante la fusione ha iniziato a "mangiarsi" il viola andandoci sopra, una volta soffiata la perla (ovviamente è più difficile dovendo gestire due vetri con durezze diverse) la parte viola era un terzo mentre il bianco due terzi, inoltre il bianco ha preso una leggera sfumatura viola molto interessante!


Non sono ancora riuscita a realizzare una perla in vetro soffiato perfettamente a metà di un colore e metà dell'altro, però questa perle bianca/viola era così bella e affascinate che ho deciso di montarla in una collana preziosa e così l'ho abbinata a una serie di perle in vetro soffiato viola (adoro questo melanzana!) e piccole perle in vetro bianco che ho realizzato al lume, il tutto infilato su un filo in acciaio inox con chiusura anche in acciaio inox.


Sono molto soddisfatta del risultato perché mi sembra che il mio giorno speso in una unica perla sia ben valorizzato.. e non vedo l'ora di tornare a provare a realizzare perle in vetro soffiato bicolori! ^_^
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...